Seconda sintesi. Una Visione di Mondo.

Quando parliamo di Integral Transpersonal Theatre non parliamo solo di una maniera in più di recitare, o di un nuovo modo di praticare arte-terapia, non proponiamo un metodo per arrivare sul palco o per guarire da qualcosa attraverso il teatro. Parliamo di una Visione di mondo, di un atteggiamento alla vita, un approccio all’esistenza che attraversa qualsiasi professione, talento, età, estrazione, cultura, passione e cosi via. Offriamo un approccio nuovo a se stessi, e i mezzi per raggiungerlo: un nuovo sguardo interiore ed esteriore capace, allenato, di modificare radicalmente il nostro quotidiano, e nel caso dell’attore professionista o aspirante, il proprio lavoro. La vita è composta da una “successione sincronica” di istanti che nascono e muoiono ad ogni battito di ciglio, ad ogni respirazione. Ogni respirazione è un nuovo attimo e quindi, una nuova possibilità che agisce su tutto il flusso. Ogni secondo è una scelta che può farci cambiare rotta con la stessa facilità con la quale ci mette qui ed ora. E’ sul qui ed ora che lavora il nostro trasformatore di attimi, l’artista creatore di vita, il Poeta dell’Invisibile. Ogni respirazione è una reazione, ogni azione è una re-azione, viviamo nello stimolo-rispostacostante e abbiamo il potenziale per plasmare la realtà, che a sua volta in ogni istante ci modifica. Se siamo in contatto con la naturalezza naturale, ogni scelta sarà organica e quindi possibile, ogni trasformazione sarà consapevole e salutare. Questo tipo di trasformazione, sul palco vuol dire verità, vuol dire arte, nella vita vuol dire presenza.
 

 

 
L’altezza è profondità, l’abisso è luce inaccesa, la tenebra è chiarezza, il magno è parvo, il confuso è distinto, la lite è amicizia. Il dividuo è individuo. L’atomo è immenso.

Giordano Bruno