The Poetics of the Unseen. A Transpersonal Approach to Theatre and Acting.   Introduction ¨Beauty is in the eye of the beholder. Art is in the eye of those who observe. Gaze sees, reproduces and transforms life in artwork, and life itself is transformed by it.¨ The artist’s gaze isn’t only sight, but it concerns…

Read More

Hierofania. Il palco vuoto è il Caos. Luogo del non formato, dell’avvenire, delle immanenze. La scena è uno spazio dove si attualizza permanentemente il gesto mitico della creazione. E, cosi, ogni manifestazione di teatro implica il ritorno al caos, per mezzo di un rituale che religal’umanità agli ancestrali in illo tempore. Per questo il nostro…

Read More

        Prima analisi. Un luogo per il Sacro. Di fronte a uno spettacolo come uno di quelli di Antunes Filho, o di Kazhu Ono, o di Tadeusz Kantor, di Pina Bausch, di Peter Stein, per citarne alcuni, si ha l’impressione che un mistero ci circondi, qualcosa che non possiamo scorgere con i…

Read More

Terza Sintesi. Palco e Hierofania.   L’immaginazione. L’immaginazione che suggeriamo in questo Sistema non è alienante né alienata da sé o dal mondo esterno, anzi, essendo strettamente legata allo sguardo e alla sensibilità, è intrinseca alla realtà, si genera a partire da essa e su essa agisce. L’immaginazione è il primo passo per una nuova…

Read More

Terza Sintesi. Palco e Hierofania.   Perché il palco? Come accennato nelle prime due sintesi il palco è uno spazio privilegiato di studio, allenamento, prova e relazione, nonché un luogo per il Sacro, così come ogni luogo sacro è uno spazio di rappresentazione e rituale. Il palco è uno spazio di scoperta, di gioco, di…

Read More

Seconda sintesi. La legione. Andiamo a spiegare. Quando diciamo che ognuno di noi è una “legione”, possiamo comprendere la citazione biblica e possiamo facilmente capire, a livello intellettuale, che siamo composti da diversi istinti, archetipi, personalità in potenza che respirano insieme nella nostra bolla personale, nel nostro DNA, se vogliamo (caratteristiche primarie), e insieme a…

Read More

Seconda Sintesi. L’ artista creatore.  La realtà è in divenire, se noi ci ri-colleghiamo fisicamente, mentalmente, energeticamente, spiritualmente al flusso della vita e lasciamo la nostra respirazione danzare con lo Pneuma cosmogonico nel qui ed ora del nostro stato ordinario possiamo farci artisti creatori di ogni istante della nostra vita, possiamo essere gli scultori della…

Read More

Seconda sintesi. Una Visione di Mondo. Quando parliamo di Integral Transpersonal Theatre non parliamo solo di una maniera in più di recitare, o di un nuovo modo di praticare arte-terapia, non proponiamo un metodo per arrivare sul palco o per guarire da qualcosa attraverso il teatro. Parliamo di una Visione di mondo, di un atteggiamento…

Read More

Prima sintesi. Inizia il viaggio. Prima di iniziare qualsiasi esposizione teorica è bene contestualizzare la nostra proposta. Stiamo parlando di una metodologia in divenire nata da un percorso teatrale e psicologico durante diversi anni di lavoro, prove e studio, che vede tra i suoi pilastri di riferimento la Psicologia,  in particolar modo Transpersonale ma non…

Read More

Il Poeta dell’ Invisibile. Un processo artistico che sia trasformatore sul piano individuale e su quello sociale passa attraverso l’allenamento sistematico dell’Osservazione, della Sensibilità e della Consapevolezza, secondo una visione olistica che considera i cinque livelli: fisico, emotivo, mentale, energetico, spirituale (o transpersonale) della persona. Il risultato di quest’allenamento, nel quale è implicito un cambiamento…

Read More

La vita come opera d’arte. Il nostro intento è fornire mezzi specifici, con la responsabilità di chi conosce le garanzie di validità di tali pratiche e teorie, volendo stimolare a fare della propria esistenza un’opera d’arte, alla stregua di un attore che crea la vita di un personaggio sul palco con passione e dedizione, rispetto…

Read More

Un primo semplice sguardo. Il bello sta nell’occhio di chi guarda. Un libro non è un libro ma milioni di libri, tanti quanti sono i suoi lettori, un’opera d’arte è percepita da ogni utente in modo diverso, così ogni messaggio è accolto come un seme piantato su un determinato terreno piuttosto che su un altro.…

Read More

          “Se tu solo sapessi, quanto è importante il processo di auto-studio! Esso dovrebbe continuare incessantemente, senza che l’attore nemmeno se ne accorga, ed egli dovrebbe metterlo alla prova ad ogni passo fatto.” Costantin Stanislavski

Read More

          “Il caos è sempre molto vicino e ciò che distingue un ambiente già costituito, dal caos che lo circonda, sono i rituali. In loro si attualizzano gli atti e i gesti primordiali. E questo rinascere costante della stessa cosa si compie con l’attualizzazionedel gesto divino. E’ l’eterno ritorno.”  ( S.…

Read More

        Il bello sta nell’occhio di chi guarda. L’arte sta nell’occhio di chi osserva. Lo sguardo vede, riproduce e trasforma la vita nell’opera d’arte, e la vita stessa da quest’ultima è trasformata.   Lo sguardo dell’artista non è solo quello della vista, ma è quello di tutti i sensi, insieme all’intelletto sì,…

Read More