Seconda Sintesi. L’ artista creatore. 

La realtà è in divenire, se noi ci ri-colleghiamo fisicamente, mentalmente, energeticamente, spiritualmente al flusso della vita e lasciamo la nostra respirazione danzare con lo Pneuma cosmogonico nel qui ed ora del nostro stato ordinario possiamo farci artisti creatori di ogni istante della nostra vita, possiamo essere gli scultori della nostra personalità, delle nostre relazioni e saremo capaci di stupirci, all’accorgerci che stiamo costantemente rivelando a noi stessi, e al mondo, nuove forme di vivere, di respirare, di essere, grazie alle maschere sacre di cui ci facciamo portatori nel nostro continuo rituale di presentazione al mondo. La recitazione in questo caso diventa pretesto e punto  di partenza dello studio sull’essere umano e su noi stessi per propiziarci questa possibilità di stupore, di curiosità e accettazione verso i meandri più oscuri e quelli più luminosi della nostra anima, ci renderà capaci di essere in contatto e relazione con ogni pulsazione della nostra legione personale ampliando cosi il nostro ventaglio di esistenza.